Torta nua alla crema pasticcera

Torta nua alla crema pasticcera

Aiutatemi a sostenermi!
Se acquistate qualche ingrediente sul sito di Macrolibrarsi, (i link dei prodotti sono nella lista ingredienti della ricetta) inserendo il codice partner 7024 (fase 4 del vostro carrello), potete aiutarmi a sostenere le spese del blog, ricambiando la condivisione gratuita di ricette e consigli.
Grazie!


La torta nua alla crema pasticcera è un dolce che ho visto fare tantissimo sul web.

Era il periodo che facevo ancora dolci classici, carichi di zucchero, burro ecc, senza preoccuparmi minimamente dell’impatto che avrebbero avuto sulla mia salute e sui cari per i quali li preparavo.

Qualche giorno fa però, sul web mi sono nuovamente imbattuta in questa torta nua alla crema pasticcera e mi sono così decisa a provarla.

Per la crema pasticcera non ho usato uova, ma ho ottenuto comunque una crema soffice e profumata, perfetta anche come dolce al cucchiaio.

Il dolce è molto semplice, l’unica accortezza, come sempre è quella di cercare di incorporare molta aria nell’impasto perchè cresca soffice e leggero.

Ingredienti

Per la crema

  • 500 ml di bevanda di avena
  • 80 gr di farina riso integrale
  • 6 cucchiai di malto
  • 2 cucchiai di crema mandorle
  • 2 cucchiai di mirin
  • buccia di 1 limone e di 1 arancia


Per la torta

  • 300 g farina di grani antichi
  • 50 g farina mandorle
  • 80 g albicocche secche frullate
  • un pizzico di sale marino integrale
  • 12 gr di polvere lievitante con cremor tartaro
  • buccia di limone
  • vaniglia
  • cannella
  • bevanda di soia qb
  • 5 cucchiai olio extra vergine

Procedimento

Iniziamo preparando la crema che dovrà raffreddare per poi essere incorporata nella torta.

In un pentolino aggiungiamo la farina con un pochino di bevanda cercando di non creare grumi e aggiungiamo poi il resto degli ingredienti: bevanda, malto, crema di mandorle, il mirin e la buccia degli agrumi.

Portiamo a bollore sempre girando e facciamo addensare. Teniamo da parte a raffreddare.

Prepariamo quindi la torta.

Frulliamo le mandorle rendendole farina. Frulliamo le albicocche con un po’ di bevanda di soia.

In una ciotola uniamo i secchi: le farine, la polvere lievitante, il pizzico di sale, vaniglia, cannella e buccia di limone. Mescoliamo.

Aggiungiamo le albicocche e l’olio e bevanda di soia q.b.

Dovremo ottenere un impasto liscio e denso ma non liquido.

Incorporiamo tanta aria per permettere alla nostra torta di crescere ed essere leggera.

Rovesciamo l’impasto in una teglia di 24 cm oliata e infarinata (o coperta di carta forno). Livelliamo e aggiungiamo la crema pasticcera a cucchiaiate sopra l’impasto.

La crema potrebbe avanzare, se così fosse sarà un buon dolce al cucchiaio.

Inforniamo a 180 gradi per circa 40 minuti. Vale sempre la prova stecchino!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento